Visto di ingresso

Il Visto d’ingresso è l’autorizzazione concessa agli stranieri per l’attraversamento delle frontiere e, quindi, per l’ingresso nel territorio italiano.
Ricorda che sono considerati stranieri i cittadini non appartenenti all‘Unione Europea (Spazio Schengen).
Vediamo le diverse tipologie di visto:

  • Visti Schengen uniformi (VSU) che consentono al titolare di circolare sul territorio di tutti gli Stati dell’area Schengen per soggiorni brevi fino a 90 giorni, calcolati dalla data di primo ingresso nello spazio Spazio Schengen.
  • Visti con validità territoriale limitata (VTL), che invece consentono al titolare di circolare solo sul territorio dello Stato membro che lo ha rilasciato.
  • Visti di transito aeroportuale, che consentono al titolare di transitare nella zona internazionale di transito di uno o più aeroporti degli Stati membri.
  • Visti per soggiorni di lunga durata o nazionali (VN) che consentono al titolare l’ingresso per un lungo soggiorno nello Stato Membro che lo ha rilasciato e la libera circolazione nello spazio Schengen per un arco di tempo pari e non superiore ai 90 giorni.

Quali documenti servono per richiedere il visto di ingresso?
Domanda di visto a cui allegare una foto formato tessera, un documento di viaggio valido e, dove richiesto, la documentazione specifica per il tipo di visto richiesto.

Lo straniero deve obbligatoriamente indicare:

1. finalità del viaggio;

2. mezzi di sostentamento per il viaggio ed il soggiorno;

3. condizioni di alloggio.

Differenza tra durata del visto e validità del visto:

In ogni visto di ingresso sono espressi due valori temporali:
• durata: periodo effettivo di soggiorno massimo consentito;
•  validità: tempo all’interno del quale il visto può essere fruito per la sua durata.
La validità di un visto è generalmente maggiore della sua durata. La validità stabilisce a partire da quale e fino a quale giorno il visto può essere fruito.
Il visto scade l’ultimo giorno indicato dalla validità ed entro tale data lo straniero è tenuto a lasciare lo spazio Schengen.

Dove richiedere il visto d’ingresso?
Presso le ambasciate e i consolati italiani nel Paese di residenza abituale o di origine.