permesso di soggiorno per motivi di studio

Permesso di soggiorno per motivi di studio

Un cittadino extracomunitario che ha intenzione di frequentare un corso di studi in Italia per un periodo superiore a tre mesi ha bisogno del permesso di soggiorno. Per ottenerlo bisogna presentare richiesta entro 8 giorni dall’arrivo in Italia presso le Poste Italiane che abbiano lo Sportello Amico, mediante il kit a banda gialla, allegando alla domanda i seguenti documenti:

–          Modulo 1 compilato e firmato dallo straniero richiedente;
–          Fotocopia di tutto il passaporto;
–          Fotocopia della certificazione attestante il corso di studi da seguire, vista dalla   Rappresentanza Diplomatica/Consolare Italiana all’atto del rilascio del visto di
ingresso;
–          Fotocopia dell’assicurazione sanitaria valida nel territorio nazionale, per il periodo di
durata del permesso di soggiorno, contro il rischio di malattia e/o infortuni (per sapere come ottenerla clicca qui);
–          4 foto formato tessera;
–          Ricevuta del versamento del contributo pari a:

  • 80,00 euro per i permessi di soggiorno di durata superiore a tre mesi e inferiori o pari a un anno;
  • 100,00 euro per permessi di soggiorno di durata superiore a un anno e inferiore o pari a due anni;

–          Marca da bollo del valore di 16,00 euro;
–          Versamento di 30,00 euro per le spese di spedizione postale;
–          27,50 euro per il rilascio dei titoli di soggiorno in formato elettronico.

Il permesso di soggiorno per motivi di studio autorizza lo svolgimento di attività lavorativa part-time per un massimo di 20 ore settimanali e un limite annuale di 1.040 ore (si veda la Circolare del Ministro dell’Interno n. 490 del 30 gennaio 2009). In caso si superino tali limiti, può essere convertito in un permesso di soggiorno per motivi di lavoro.

Il rilascio e il rinnovo del permesso di soggiorno avviene, in media, entro 60 giorni dalla data di presentazione della domanda.

Il permesso di soggiorno per motivi di studio non può essere utilizzato (né rinnovato) per la frequenza di un corso di studi diverso da quello per il quale è stato concesso il visto di ingresso, ad eccezione del passaggio ad altra facoltà concesso dall’Autorità accademica e dell’accesso ad un corso di tipo universitario intrapreso al termine della frequenza in Italia o un corso di livello medio/superiore.

IL RINNOVO

Il permesso di soggiorno per motivi di studio può essere rinnovato solo se il visto di ingresso è stato rilasciato per la frequenza di un corso pluriennale e, in ogni caso, non può essere rinnovato per un periodo superiore alla durata del corso di studi e per un periodo superiore a tre anni oltre la durata del corso di studi pluriennale.

I permessi di soggiorno per motivi di studio sono rinnovati agli studenti che nel primo anno di corso abbiano superato una verifica di profitto e negli anni successivi almeno due verifiche di profitto. Per gravi motivi di salute o di forza maggiore, debitamente documentati, il permesso di soggiorno può essere rinnovato anche allo studente che abbia superato una sola verifica di profitto, fermo restando il numero complessivo di rinnovi. Il permesso di soggiorno può essere ulteriormente rinnovato per conseguire il titolo di specializzazione o il dottorato di ricerca, per la durata complessiva del corso, rinnovabile per un anno (art. 46, comma 4  del D.P.R. 31 agosto 1999, n. 394).

Per ottenere il rinnovo del permesso di soggiorno per motivi di studio è necessario presentare domanda presso gli uffici delle Poste Italiane e bisogna avere tutti i requisiti richiesti per il primo rilascio. Inoltre, bisognerà allegare i seguenti documenti:

–          Fotocopia che attesti il possesso di adeguate risorse finanziarie per il proprio sostentamento durante il soggiorno in Italia. Lo studente lavoratore può dimostrare il reddito mediante la compilazione del modulo due presente nel kit;
–          fotocopia della polizza assicurativa, valida nel territorio nazionale per il periodo di
durata del permesso di soggiorno, contro il rischio di malattia ed infortuni (per sapere come ottenerla clicca qui);
–          Fotocopia del permesso di soggiorno in scadenza;
–          Versamento di 30, 00 euro per le spese di spedizione postale;
–          Fotocopia della certificazione attestante il superamento di almeno un esame di profitto per il primo rinnovo e di almeno 2 esami per i successivi rinnovi del permesso di soggiorno, salvo cause di forza maggiore.

In attesa del nuovo permesso di soggiorno è possibile esibire la Ricevuta della raccomandata insieme al permesso in scadenza o scaduto, la quale SOSTITUISCE a tutti gli effetti di legge il “CEDOLINO” che rilasciava la Questura con la vecchia procedura (Direttiva Amato del 5 agosto 2006).

Post a Comment

Your email is kept private. Required fields are marked *